Michele Carrozza: “al Beppe Viola – Arco di Trento ho vissuto forti emozioni”

Le dichiarazioni del govane giocatore amaranto

“La maglia azzurra al Torneo “Beppe Viola – Arco di Trento” mi ha regalato forti emozioni e soddisfazioni ineguagliabili, nel mio caso, quasi incomparabili con altre gioie della vita, ovviamente tutto ciò proporzionalmente alla mia giovane età essendo ancora sedicenne”. Lo afferma il giovane amaranto Michele Carrozza al rientro a Reggio Calabria dopo l’esperienza con la maglia della Rappresentativa Under 17.

“Ho vissuto un’esperienza calcistica che ogni giovane calciatore sogna – continua Carrozza – vestire la maglia azzurra confrontandomi con i miei coetanei di squadre prestigiose quali Juventus, Milan ed Hellas Verona”.

“Ritengo l’esperienza più che positiva al di là del calcio giocato – aggiunge il terzino amaranto – perché ho conosciuto persone meravigliose quali il selezionatore Fausto Silipo, l’allenatore in seconda Cittadino e senza dimenticare nessuno l’intero staff tecnico e organizzativo”.

“E’ stato un Torneo dall’alto tasso tecnico – continua Carrozza – ci sono stati diversi giocatori del Milan, Juventus e Hellas Verona che mi hanno veramente colpito. La squadra di cui ho fatto parte si è espressa ottimamente soprattutto per carattere e per qualità del gioco, nonostante siano stati disputati pochi allenamenti prima del torneo e di conseguenza abbiamo avuto poco tempo per conoscerci. Si è creato un gruppo importante che sicuramente avrebbe meritato qualcosa in più, considerato che nel corso dell’intero Torneo ha tenuto testa alle società professionistiche incontrate”.

“Devo ringraziare – conclude Carrozza – la Lega Nazionali Dilettanti e il selezionatore Fausto Silipo per la convocazione e per avermi onorato della fascia di capitano. Ringrazi l’intera società SSD Reggio Calabria con in testa il presidente Mimmo Praticò ed il responsabile del settore giovanile Sergio Campolo che sono stati presenti in tutte le gare disputate nonostante la lunga distanza da Reggio Calabria, cosa che mi ha dato ulteriore fiducia. Mi preme inoltre ringraziare  il mister Francesco Cozza, lo staff e tutti i compagni di squadra che mi aiutano tanto nel mio percorso di crescita”.