Nota stampa del Club

In merito all’articolo “Reggina: godersela è facoltativo, cercare le streghe è…destabilizzante” pubblicato sulla testata giornalistica “Il Dispaccio” in data 26 marzo 2019 a firma di Paolo Ficara, la Reggina prende le distanze da quanto riportato e precisa che il direttore sportivo, a cui si attribuisce una reiterata sofferenza relativamente i pezzi pubblicati dalla testata stessa, non hai mai chiesto un confronto circa gli attacchi ricevuti sul proprio operato, bensì delle spiegazioni su concetti riguardanti la sfera personale.

Nel pacifico e tranquillo confronto avvenuto al Centro Sportivo Sant’Agata davanti al responsabile della comunicazione Giuseppe Praticò, il direttore Massimo Taibi ha sottolineato come il giornalista in questione e/o qualsiasi altro addetto ai lavori, fosse libero di criticare il proprio operato sottolineando di non aver mai chiesto a nessun organo di informazione di aver un atteggiamento soft nei propri confronti.

A tempo debito il direttore Sportivo Massimo Taibi rivelerà quanto accaduto a metà dicembre in merito al possibile fallimento della Reggina, relativamente le azioni intraprese da qualche soggetto che paventa amore verso i colori amaranto.

Considerando il persistere di attacchi sul piano personale rivolti al nostro tesserato Taibi, la Reggina si riserva di adire le vie legali.